Live visual mapping

Workshop di live visual mapping per vjing e installazioni.
Gello, 17 / 18 maggio 2014

otolab-live-visual-mapping-1000px

“Nell’universo visivo del video mapping 3d o projection mapping, le immagini sono concepite per essere proiettate su edifici, elementi scultorei artificiali o presenze
naturali del paesaggio.
In questo modo si modifica la percezione “naturale” delle forme tridimensionali, attraverso la sovrapposizione di una “pellicola” di luce, che, nell’oscurità dell’evento notturno, realizza la sensazione di una nuova realtà fluida, che va a sostituirsi all’elemento solido esistente.
Una poetica che rende questo tipo di eventi forti e coinvolgenti, e che trova a sua efficacia proprio nel gioco con l’ambiguità percettiva. La luce produce animazioni bidimensionali che si adeguano alle architetture, dapprima vi si sovrappongono e si insinuano per poi modificarle subito, oppure negarle con delle vere e proprie ‘demolizioni virtuali’.”
(Fabio Volpi e Rosarita Crisafi, I nuovi paesaggi del video mapping 3d, Doppiozero)

Tra le possibilità espressive che stanno rendendo sempre più diffusa la creazione di eventi di video mapping è quella dell’utilizzo nel campo del vjing o nei club dove è possibile utilizzare parti architettoniche o sculture appositamente create per creare spettacolari installazioni visive che espandono le possibilità espressive oltre il muro di proiezioni
o di led.

In questo workshop quindi ci si concentrerà sull’aspetto “operativo”, ovvero su come applicare su superfici tridimensionali delle textures luminose non concepite appositamente per il 3d.
Per realizzare fisicamente questo processo nelle due giornate del corso, verranno utilizzati 2 software dedicati, Modul 8 e MadMapper.
Saranno mostrate le funzionalità di base dei programmi, come utilizzare i materiali video e farli interagire con il segnale audio in ingresso, e infine verranno mostrate le tecniche di proiezione sulle superfici tridimensionali per realizzare il mapping finale.

Modul8
E’ essenzialmente un mixer video molto intuitivo dotato di un preset di effetti molto interessanti, che può essere ampliato grazie ad una vasta libreria di moduli aggiuntivi, che lo rendono un software particolarmente adatto al Vjing e alla multiproiezione.
Vedremo anche il suo semplice utilizzo dal vivo con un interfaccia midi e in diretto collegamento con MadMapper per una veloce mappatura delle superfici di proiezione.

MadMapper
E’ un applicativo che permette di distorcere e adeguare le immagini da proiettare sulle superfici con ottima precisione e in maniera decisamente intuitiva. In collegamento con Modul8, diventa il tool ideale per chi vuole creare velocemente un proprio visual set superando le superfici bidimensionali, oppure per chi necessita di sviluppare installazioni video, anche complicate, e dispone di tempi ristretti per la realizzazione.

+++

Data:  sabato 17 e domenica 18 maggio 2014
Luogo: Gello, Montecatini Val di Cecina
Durata:
12 ore, 2 giornate da 6 ore
Docenti: Fabio Volpi
e Luca Pertegato
Numero di partecipanti:
minimo 5, massimo 10
Strumenti richiesti:
Macbook con sistema operativo OS X 10.6 o superiore
Competenze richieste: conoscenza base del sistema operativo mac osx.
E’ necessario, per questioni organizzative e di tempo, che i partecipanti arrivino con le versioni demo (o acquistate) dei softwares:
• Modul8
• MadMapper

Costi:
244 Euro (IVA compresa)
Il workshop comprende:
• 12 ore di lezione;
• Vitto e alloggio presso la casa della Pievania, dove si tiene il workshop.
La casa della Pievania dove si svolge il workshop ha diversi posti letto e una cucina,
inoltre, se preferite e il tempo lo consente, è possibile campeggiare nel giardino.
In alternativa è possibile pernottare presso le Case di Gello prenotando con anticipo.
Colazione, pranzo e cena sono compresi nella quota di partecipazione,
vi preghiamo di segnalarci con anticipo se siete vegetariani o vegani.

Info: contacts@otolab.net

+++

Programma

Modul8
– Introduzione e presentazione obiettivi del workshop
– Presentazione del software
– Descrizione e funzionalità dell’interfaccia grafica
– Importazione e utilizzo di file video o immagini
– Utilizzo degli effetti di default e dei moduli aggiuntivi
– Utilizzo del controller MIDI
– Interazione con il segnale audio in ingresso
– Render visivo attraverso la proiezione o esportazione del file
– Proiezione dei primi esperimenti di Vjing e personalizzazione dei lavori

MadMapper
– Introduzione ai principi generali del Mapping ed esempi
– Presentazione del software
– Descrizione e funzionalità dell’interfaccia grafica
– Importazione e utilizzo di file video o immagini
– Utilizzo contemporaneo di Modul8 e MadMapper
– Proiezione su sculture geometriche e ambientali
– Laboratorio di personalizzazione dei visual set

+++

Gello dalla strada
gello-dalla-strada

Arrivo a Gello

gello-arrivo

La piazzetta di Gello
gello-piazza

La casa del workshop
gello-casa

+++

Scheda di iscrizione al workshop
“Live visual mapping”

Leggi l’informativa sulla privacy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...