Glossario: metodi di sintesi audio

SINTESI SOTTRATTIVA
Al suono sorgente iniziale vengono sottratte (o modificate in ampiezza) armoniche (onda quadra, onda triangolare, dente di sega o rettangolare per maggiore complessità) si interviene con un sistema di filtri allo scopo di eliminare quelle porzioni del suono che non interessano; si definiscono pertanto filtri passa-basso, passa-banda, passa-alto e arresta-banda fino ad arrivare al suono voluto. Non è adatta per simulare strumenti acustici.

SINTESI ADDITIVA
Il principio di questo tipo di sintesi è costruire un suono aggiungendo tutte le armoniche che lo compongono. Teoricamente è la tecnica più potente e permette di ricreare qualsiasi suono, in pratica però è difficilmente gestibile perché ha bisogno di un numero molto alto di parametri indipendenti, per ogni armonica o parziale cioè il valore di frequenza, fase e ampiezza che variano nel tempo.

SINTESI PER MODULAZIONE DI FREQUENZA
La sintesi per modulazione di frequenza permette di ottenere sonorità interessanti con costi ridotti di progettazione e pochi parametri acusticamente significativi di programmazione. La sintesi in FM è composta essenzialmente da due oscillatori, uno modulante (modulator) e uno portante (carrier). Il primo oscillatore modula in frequenza il secondo dando come risultante una terza forma d’onda che al contrario delle prime due (sinusoidi) è ricca di armoniche e parziali, caratteristiche ed espressive. cioè fredde) ma dei modelli matematici che simulano il comportamento della circuitazione analogica. I modelli fisici possono però simulare non solo circuiti elettronici, ma sistemi acustici reali.

SINTESI PER FORME D’ONDA.
E’ il metodo di sintesi più utilizzato negli ultimi anni. Consiste nell’avere registrato nella memoria ROM (di sola scrittura) una serie di forme d’onda di solito di vario tipo, da quelle classiche dei sintetizzatori analogici a quelle di strumenti acustici (Wavetable) . Le forme d’onda non vengono in realtà ricostruite attraverso modifiche del suono, ma semplicemente registrate attraverso microfoni o altri dispositivi audio, digitalizzate, e risuonate dal sintetizzatore. Il maggiore pregio di questo tipo di sintesi è la semplicità ed efficacia con cui si riesce a simulare strumenti acustici o elettrici. Spesso però i suoni campionati risultano fissi e poco espressivi, per questo i sintetizzatori a forme d’onda (la quasi totalità dei sintetizzatori in commercio) presentano anche dei controlli (in questo caso però digitali) ereditati dalle macchine analogiche: EG, VCF ecc. in modo da poter correggere, modellare e rendere più espressivo il suono.

SINTESI PER MODELLI FISICI.
E’ una tecnica di sintesi resa possibile (in tempo reale) solo negli ultimi anni, grazie alla elevata potenza di calcolo che i microprocessori hanno raggiunto. Il principio su cui si basa è il seguente: i suoni vengono sintetizzati in base a dei modelli matematici (equazioni periodiche) prendendo in considerazione il sistema fisico che li produce e cercando quindi di rappresentarlo in base a variabili significative che influenzano il suono stesso. Alcuni esempi li troviamo nei sintetizzatori che simulano i synth analogici, in questo caso non abbiamo forme d’onda campionate dagli strumenti originali.

SINTESI GRANULARE
Sistema di sintesi del suono che si basa su una concezione corpuscolare del suono; questo viene quindi generato mediante lo sviluppo di grani sonori che vengono poi sommati per generare suoni complessi.

forme d’onda di sintesi

One thought on “Glossario: metodi di sintesi audio

  1. Correggete “ROM (di sola scrittura)” in “ROM (di sola lettura)”. Per il resto grazie mille per questo articolo🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...